la carie nei denti da latte

Le carie nei bambini: riflessioni su cause, cura e prevenzione.

LE CARIE NEI DENTI DA LATTE:

CAUSE

Le carie sono un’infezione che molte volte colpiscono precocemente i denti ed a farne le spese sono, quindi i denti decidui (detti anche da latte) i quali cominciano a cariarsi non appena fanno la loro comparsa nel cavo orale.   I motivi di ciò  sono essenzialmente due:

  • cattiva alimentazione
  • carente igiene orale.

Riguardo il ruolo che riveste l’alimentazione c’è da dire che determinati alimenti o abitudini alimentari sono altamente dannosi per i denti dei bambini.

Per esempio, c’è l’abitudine di lasciare addormentare i propri bambini con il biberon contenente latte  o tisane entrambi zuccherati . Oppure di dare direttamente il ciuccio immerso nel miele.

Inoltre si preferiscono erroneamente cibi morbidi come merendine ed omogeneizzati a cibi solidi che, invece favoriscono un auto detersione dei denti. A tutto questo si aggiunge l’utilizzo quotidiano di succhi di frutta o bevande acide invece dell’acqua.

Questo tipo di alimentazione può portare alla comparsa della cosiddetta”sindrome da biberon” caratterizzata dalla comparsa dall’insorgenza di carie multiple nei bambini al di sotto di 3 o 4 anni.

Altra causa per le carie nei denti da latte è la scarsa igiene orale. In tal caso si crea nel cavo orale un ambiente con Ph acido favorevole all’insorgenza della carie.

CARIE NEI DENTI DA LATTE: PERCHE’ VANNO CURATI

Spesso  si sente dire, a torto: perchè curare i denti da latte se poi devono cadere?

Ci sono più risposte a questa domanda.

  1. I denti da latte hanno la funzione di mantenere lo spazio per i denti permanenti che li sostituiranno. Le carie su un dente da latte possono portare ad una sua perdita precoce prima ancora che il dente permanente sottostante si sia formato, cosi da chiudere troppo presto lo spazio destinato all’eruzione del dente permanente con il rischio concreto che il dente permanente rimanga incluso  all’interno dell’osso  o devi il suo percorso d’eruzione.Tutto questo può portare ad una  mal occlusione con relativa necessità di lunghe e costose terapie ortodontiche

2) I denti da latte cariati fanno molto male in quanto il decorso dell’infezione è più rapido a causa dello spessore ridotto dei tessuti duri del dente.

3) C’è un rischio aumentato di carie sia nei denti da latte sani che nei denti permanenti che aspettano di erompere nella cavità orale.

LE CARIE NEI DENTI DA LATTE: PREVENZIONE

La prevenzione delle carie nel bambino si basa essenzialmente su Fluoroprofilassi e corretta alimentazione. Riguardo ai neonati che devono mettere ancora il primo dentino , si consiglia di pulire delicatamente le gengive con una garza imbevuta di fisiologica dopo ogni assunzione di cibo, bevande o farmaci edulcorati.

Quando erompono i primi dentini,il genitore deve iniziare a pulirli con uno spazzolino senza dentifricio almeno fino a quando il bambino non è in grado di risciacquare. Questo per evitare, ovviamente, l’ingestione del dentifricio stesso.

C’è poi l’importante ruolo del fluoro.

Dagli ultimi studi, sembra che l’azione topica del fluoro attraverso il dentifricio sia da tutti riconosciuta come un ottimo mezzo preventivo per la carie dei denti da latte.

La quantità raccomandata di dentifricio per i bambini sotto i 6 anni deve essere minima, pari alla grandezza di un pisello ed è preferibile che il genitore aiuti e controlli il proprio figlio durante la pulizia dei suoi dentini.

Il dentifricio deve contenere almeno 1000 ppm(parti per milione) di fluoro.
Solo nei casi di oggettiva difficoltà nell’uso dello spazzolino si può ricorrere all’utilizzo di  integratori fluorati quali gocce o pastiglie.(0,25mg al giorno da 6 mesi a 3 anni ; 0,50 mg al giorno dai ai 6 anni).

Infine,un alimentazione che limiti il consumo di carboidrati e che prediliga cibi solidi che aiutino a detergere i denti da latte rappresenta un altro e fondamentale mezzo preventivo della carie nei denti da latte.

Sono consigliati cibi , come verdure fibrose, acqua, latte, formaggi stagionati, frutta secca, verdure cotte e carne.